Frana a Sant’Omobono Terme: l’appello di Francesco Carminati

La situazione di Francesco Carminati, titolare dell’azienda agricola Recudino, è davvero difficile. Da due settimane la sua casa, la sua azienda agricola e il suo negozio sono completamente isolati a causa di una frana che ha costretto la chiusura della strada comunale a Sant’Omobono Terme. Non solo si trova isolato, ma è anche costretto a fronteggiare accuse e colpevolizzazioni da parte dei funzionari pubblici.

Carminati ha denunciato la sua situazione pubblicando un sfogo sulla pagina Facebook della sua azienda. La strada comunale che porta alla località Recudino è franata a valle, isolando l’azienda agricola e il negozio del giovane imprenditore. La situazione è resa ancora più complicata dal fatto che l’allevatore si è visto costretto a liberare le sue vacche e pecore nel prato, vista l’impossibilità di trasportare il foraggio.

Le autorità sembrano non prendere sul serio la situazione di Carminati, accusandolo di aver costruito la stalla nel posto sbagliato e di essere responsabile della frana. Nonostante la gravità della situazione, i funzionari pubblici sembrano non ritenere necessario un intervento di somma urgenza.

Francesco Carminati si sente solo e abbandonato di fronte a una situazione così critica. Chiede aiuto e sostegno a chiunque legga le sue parole, sperando di poter trovare una soluzione a questa difficile situazione. È importante combattere i pregiudizi e trovare una soluzione per aiutare Francesco e la sua azienda agricola a superare questa crisi inaspettata.

Articolo precedenteIl salvatore di Palma di Maiorca
Articolo successivoTruffa a Treviso: il colpo alle società di leasing

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui